Install Theme

ronnie

\

Ehi... spero di non scocciarti, volevo solo dirti che mi sembra di leggere i miei pensieri in un sacco dei tuoi post e... boh, mi andava di dirtelo.

nono, non mi scocci.

anzi, mi fa piacere.

cioè almeno so che non sono l’unica che si sente così

ho appena fatto 17 anni.

avevo promesso di cambiare e sto cercando di farlo, ma è così difficile.

ora ho l’umore e l’autostima sotto i piedi.

non ho pranzato, ma stamattina ho fatto colazione due volte e mi sono sentita in colpa tutta la mattinata.

mentre sono uscita con mamma e zia mi sentivo così a disagio.

guardavo le mie cosce e volevo sparire.

guardavo le ragazze più magre di me e desideravo essere loro.

guardavo i ragazzi che non mi guarderanno mai.

guardavo i fidanzatini, io non sarò mai come loro.

il mio prossimo obbiettivo e abituarmi alla solitudine e dimagrire.

ho avuto il debito in matematica, e l’ho passato.

quindi sono stata promossa e a settembre sono in terza superiore.

l’obbiettivo e digiuno e allenamenti, voglio essere magra prima dell’inizio della scuola.

e si, mi devo abituare alla solitudine. accettare che non ho nessuno e nessuno mi vorrà mai.

prima lo accetterò, meglio sarà per me.

devo impegnarmi solo sulla scuola.

basta cazzate, devo prendere i voti migliori.

ho 17 anni e non voglio più rischiare la bocciatura.

mi impegnerò perché voglio una borsa di studio per l’università.

l’università mi allontanerà da questo posto ed è la mia opportunità per cambiare vita e io devo farcela.

suminsanuseius:

seicomeilghiaccio:

dedicato-solo-a-te-g:

laragazzachehafinitolelacrime:

il-tuo-sorriso-perfetto:

quellaconimostridentro:

rimanisolotu:

sonosolounerrore:

florasdiary:

senzavita:

florasdiary:

Rebloggate ed esprimete un desiderio:)
Dopo scrivete qui sotto rebloggando, se si è avverato davvero♥
Buongiorno bellezze!

Speriamo 😭

HA FUNZIONATO DIO SANTO,AMO TUMBLR.

Speriamo proprio:(♥

Adoro

Lo spero..

Speriamo si avveri…

HA FUNZIONATO. DIO MERDA.

HA FUNZIONATO.

Se mai si avvererà lo saprò fra una vita intera.

se si averà sarò finalmente felice.

(via tutto-quellochenontihomaidetto)

(Fonte: fuckinkinney)

ibelieveinbeards:

Happy Birthday to you Mr. Gale Harold

Born: July 10 1969   Age: 45

#celebeard no.191 for 2014

mhhh e dov’è? sono 17 anni che lo sto aspettando.

(Fonte: findmeplease, via alone-apathetic)

I JUST FEEL LIKE SHIT!

(Fonte: danger-beyond-this-point)

“ If were to choose my successor, I would chose Cristiano Ronaldo, without a doubt. ”

—    

Don Alfredo di Stefano (via cr7forbeastmode)

awwwwwww!

(via cr7ismylife)

(via elsantocasillas)

da mercoledì inizio a prendere lezioni private con la prof di matematica per prepararmi all’esame tra una settimana.

e già questo mi provoca molta ansia e paura.

poi personalmente sto per uscire pazza.

stare tutto il giorno in casa, da sola non è bello.

non ho nessuno, devo farmene una ragione.

devo convivere con la mia solitudine o diventerò pazza davvero.

mia mamma ”perché sei diventata così?” 

non lo so, non lo so davvero.

solo che io non volevo essere così.

il destino è davvero così cattivo con me.

e io non ho mai fatto del male a nessuno.

sempre mamma ”non è normale che a 17 anni stai chiusa in casa”

beh, lo so. ma che dovrei fare? girare la città da sola?

non mi faccio vedere così, sono già disperata abbastanza.

perché non riesco a realizzare i miei sogni?

perché per me tutto diventa doppiamente difficile?

Turin, Italy - 7/06

(Fonte: fuckyeahzourry)

questi giorni sono troppo stressanti.

ho iniziato ad andare a scuola per il recupero di MATEMATICA.

io pensavo di aver avuto il debito in diritto e mai in matematica.

il prof non ci ha mai insegnato niente e quando veniva tutti facevano quello che volevano! c’è chi lo prendeva sempre a parolacce E LUI HA RIMANDATO ME! SCHERZIAMO! IO HO PAURA.

IO NON VOGLIO ESSERE BOCCIATA! NON VOGLIO PERDERE L’ANNO COSI’ NO.

il mio unico punto debole è la matematica.

COME FACCIO? COME?

OGGI IN CLASSE NON CONOSCEVO NESSUNO.

ero sola mentre vedevo che tutti si conoscevano. e mi sono seduta da sola all’ultimo banco.

dovevo capire, ma io non vedo bene dalla lavagna e volevo parlare ma la voce non usciva. ero in ansia, ero agitata perché non stavo capendo niente e volevo solo tornare a casa.

poi verso la fine la prof, che già conoscevo, è venuta da me e io quasi in lacrime gli dissi che non vedevo e non avevo capito niente.

lei è stata gentile, mi ha scritto e spiegato sul quaderno le equazioni di secondo grado e poi mi fatto mettere avanti.

qualcosa l’ho capita, ma non voglio andare la dentro.

mi sento così male. ed è difficile e io ho paura per gli esami.

non voglio essere bocciata e sono stressatissima.

pensavo di non mettere più piede in quella scuola e invece..

Ma chi se ne importa se il letto è disfatto, se la maglia blu sta male con i pantaloni neri, se la scatola dei biscotti non è chiusa bene, se i tovaglioli sono di un colore piuttosto che di un altro, se i piatti sono nell’acquaio da due giorni, se i calzini sono tutti spaiati, se la camicia non è stirata…? Chi se ne importa, cara mamma, e non capivo che avevi ragione. Avevi ragione ad essere pesante, a farmi notare le piccole cose. Sono quelle che ci salvano, sempre. Che ci tengono ben saldi alla realtà, che non ci fanno perdere la testa. Rifai il letto, rifallo tutte le mattine e io rispondevo che tanto ogni sera avrei dovuto disfarlo di nuovo: “è inutile”. Invece no, invece niente è inutile. Prendersi cura degli oggetti che ci appartengono ci insegna a prenderci cura anche delle persone che abbiamo accanto. Non c’è niente che si possa trascurare, niente. Certo, è più faticoso. Ma va fatto. Vanno lavati i piatti ogni giorno, va detto “ti voglio bene” ogni volta che ci viene in mente, bisogna abbracciare le persone ogni volta che ci rendono felici. E ogni volta in cui sono infelici. Le persone non sono mica come un paio di pantaloni, che c’entra? Ma la cura, si vede quando qualcuno sa prendersi cura degli altri. Ed è fondamentale. Com’è fondamentale continuare a piangere ogni tanto, esercitarsi a farlo. Le persone non sono calzini, ma prima o poi fanno la stessa fine se non ci si sta attenti: si perdono. Non è una di quelle situazioni in cui puoi dire “domani rimedio”, amare. Se ami devi amare subito, e i calzini vanno messi in ordine subito. O almeno bisogna provarci. Provare a migliorarsi. Smettere di dire: sono fatto così. Non siamo fatti così, siamo anche quello che decidiamo di essere. Avevi ragione, e io ci ho messo tanto tempo a capirlo. Molte persone e calzini dopo me ne sono resa conto.

—    Susanna Casciani. (via midistruggilentamente)

(Fonte: parfumdelys, via voleremolontano)